Exyt | Panel
15664
page,page-id-15664,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Panel

Panel #1 – SCHOOL OF ROCK…JAZZ, RAP, POP… | 11.00 – 12.15

La musica è un elemento imprescindibile della quotidianità di ogni persona: non è solo un sottofondo alla quotidianità, ma un elemento culturale di cruciale importanza. Ogni società, infatti, ha una tradizione musicale popolare o colta.

È importante oggi riaffermare il valore educativo della musica nei percorsi di formazione, non solo per chi intende farne una professione.

A Milano diverse realtà operano in questo senso, coinvolgendo pubblici diversi.

Chi sono queste realtà? Che difficoltà incontrano nel portare avanti il loro progetto?

In un momento in cui Milano è la città a cui tutto il paese guarda come il laboratorio di fermentazione culturale per eccellenza, come si rapportano le istituzione con questi piccoli grandi esperimenti locali?

Ne parliamo con:

Francesca Gentile (Alchemilla, Università Cattolica di Milano): dottore di ricerca presso l’Università Cattolica di Milano, fondatrice della Cooperativa Sociale Alchemilla. Dal 2006 coordina le attività di formazione e tutoraggio del Progetto LAIV di Fondazione Cariplo, che in dieci anni ha sostenuto 390 laboratori di musica e teatro in 180 istituti superiori della Lombardia.

Roberta Palvarini (ABR – Anna Biagi Rubini Onlus): educatrice e coordinatrice di ABR ONLUS. ABR è un’associazione che da oltre dieci anni lavora con ragazzi in dispersione scolastica e i cosiddetti NEET (Not in Education, Employment or Training). Tra le varie attività ABR propone laboratori di musica ai propri utenti.

Maurizio Disoteo (Centro Studi Musicali e Sociali “Maurizio Di Benedetto“): PhD in Educazione Musicale, docente di musica e formatore di insegnanti con una vasta esperienza internazionale. Autore di numerosi testi di pedagogia della musica e di storia della musica.

Roberto Zanisi (Musicamorfosi): musicista polistrumentista, suona corde e percussioni di tutto il mondo.  Da oltre dieci anni dirige diversi laboratori presso scuole materne, primarie, medie e superiori, per diversi progetti, tra cui  il Progetto LAIV di Fondazione Cariplo. È formatore esperto certificato e ha operato in diversi ambiti come co-terapista in attività di musicoterapia.

Panel #2 – AROUND THE WORLD, AROUND THE WORLD | 15.30 – 17.00

L’indiscussa vocazione internazionale di Milano ci ha abituato negli ultimi anni a una proposta culturale particolarmente aperta ed eterogenea, in cui si alternano artisti italiani ed esteri.

Più complesso invece sembra il discorso inverso, specie nella musica: quanti e quali sono i musicisti nostrani che negli ultimi anni possono vantare di una consistente esperienza di live all’estero?

Qual è il loro pubblico? Sono le comunità italiane presenti nelle grandi capitali europee?  Capita che alcuni artisti riescano effettivamente a sviluppare un seguito internazionale oltre confine, a costruire una propria dimensione extra-italiana.?

Quali sono le difficoltà che artisti e operatori incontrano?

In questo senso, in che modo l’introduzione di un Music Foreign Office italiano potrebbe contribuire a un processo di apertura verso nuovi mercati?

Il panel “Around the world, around the world” si propone innanzitutto come momento di condivisione di diverse esperienze professionali di artisti e organizzatori, e uno spunto di riflessione per un aspetto spesso ostico della carriera di un musicista.

Gianluca Giusti (Modernista): si occupa della distribuzione di spettacoli di molti artisti italiani, organizzando anche tour internazionali per molti artisti del suo roster, tra cui C+C=Maxigross, Der Maurer, Honeybird & the birdies, IOSONOUNCANE, King Of The Opera, MusicaPerBambini, Omosumo, Sin/Cos. Dal 2012 lavora con il Primavera Sound come consulente per il mercato italiano.

Nothing for breakfast: band di origine fiorentina con diverse esperienze di tour internazionali. Sono reduci da un tour che ha toccato Stati Uniti e diversi paesi europei.

Carlotta Zuccaro (Sziget Festival, Home FestivalMetatron): Tutor Master in Editoria e produzione musicale – IULM.

Esmeralda Vascellari (Lady Sometimes Records): titolare di Lady Sometimes Records. Promuove artisti italiani in Europa e negli Stati Uniti. Lavora con artisti come Weird, Lilies on Mars, Armaud, Paisley Reich.

Panel #3 – RADIO DAYS, NOWADAYS | 18.00 – 19.30

La discografia italiana vive ormai da diversi anni una profonda crisi economica, alla base della quale vi è anche una ragione culturale, legata a un sostanziale mancato riciclo degli artisti che si riescono ad affermare e che riescono a crearsi un proprio pubblico.

Quale funzione hanno o potrebbero avere avere le radio in questo senso?

Come si posizionano nello stabilire la propria programmazione musicale?

Casi recenti di musicisti indipendenti con diversi passaggi radiofonici (come Calcutta, Joan Thiele, TheGiornalisti) sono indicativi di un cambiamento o si tratta di fenomeni isolati?

Ne discutiamo con diversi operatori, per analizzare insieme un fenomeno complesso ma fondamentale per la discografia e la musica italiane.

Luca De Gennaro (Radio Capital): dj, pioniere delle radio private italiane dagli anni ’70, ha lavorato per Radio Rai, MTV e Radio capital. Insegna programmazione musicale all’Università Cattolica di Milano e tiene docenze e seminari in varie università italiane.

Dario Giovannini (Carosello Records): Direttore Generale di Carosello Records, uno dei pilastri della discografia italiana e parte dello storico gruppo editoriale, le Edizioni Curci, che è presente nel mondo dell’industria discografica da quasi sessant’anni.

Alessia Esposito (FIMI): PR e Digital Manager di FIMI, Federazione Industria Musicale Italiana, dal 2013. Si occupa principalmente di comunicazione corporate e digitale.

Nicolò Zaganelli (Artevox MusicaExploding Bands): titolare di Artevox Musica. Svolge la sua attività come ufficio stampa e manager da oltre dieci anni, lavorando con artisti come Fabrizio Coppola, Modena City Ramblers, Marta sui Tubi, Federico Poggipollini, Gogol Bordello. Da alcuni anni ha ideato il progetto Exploding Bands, che offre servizi di social media marketing per la musica.

Scopri tutto il programma

Per informazioni: info@exyt.org

smartit

UN PROGETTO DI

distratti
logo_musicraft-copia

IN COLLABORAZIONE CON

base-logo

CON IL SOSTEGNO DI

siae-quadro